wefrood_proprieta_scarola

I colori delle varietà

SCAROLA

Famiglia: Asteraceae

Nome: Cichorium endivia L. var latifolium
Origine: Bacino Mediterraneo
Gruppi morfo-funzionali e altre classificazioni: Autunnali (con cespi più grandi e meno compatti) e invernali (cespi più fogliosi e compatti)
IGP / DOP: No
CERCHI PRODOTTTI, PRODUTTORI E RIVENDITORI DI FRUTTA E VERDURA BUONE?
VUOI PROMUOVERE I TUOI PRODOTTI?

SCAROLA: INFORMAZIONI UTILI, SALUTE, RICETTE, CONSERVAZIONE E L'APP WEFROOD PER TROVARE PRODUTTORI E VENDITORI

La Scarola appartiene alla famiglia delle asteraceae e si differenzia dalla "sorella" Indivia per le maggiori dimensioni delle foglie e per il loro margine che è intero. Le foglie centrali della rosetta tendono a diventare bianche (eziolarsi) ed a rimanere più tenere.

Scarola e dieta

La Scarola è un ortaggio autunnale/invernale, ricco di vitamine, il suo apporto energetico è basso, contiene oltre ai sali minerali anche una grande quantità di acqua e proprio per questa è suggerita agli sportivi. Questa verdura è utile pure per coloro che soffrono di malattie connesse al metabolismo ed al rischio cardiovascolare, ricco di fibre alimentari, sostanze fenoliche, acidi grassi polinsaturi e potassio.

Varietà di scarola disponibili in commercio

La Scarola appartiene alla stessa specie dell’indivia, in particolare alla varietà latifolium. Numerose sono le varietà presenti in commercio, vengono suddivise principalmente in precoci e tardive.

Come conservare la Scarola, dentro e fuori dal frigorifero?

La Scarola è una pianta che sopporta bene il freddo, quindi per conservarla al meglio ti consigliamo di riporla in frigorifero. fai attenzione però che la temperatura non sia inferiore ai 4 °C, per evitare che le foglie ghiaccino. La Scarola è molto suscettibile all'influenza di frutta e verdura che producono etilene, quindi presta molta attenzione a ciò che gli posizione vicino.

Scarola di stagione

In pieno campo la Scarola viene raccolta in inverno. Per merito della possibilità di coltivarla in ambiente protetto e grazie alle numerose varietà adatte alle diverse condizioni climatiche, si raccoglie in diversi periodi, rendendola disponibile tutto l'anno.

Ricette con la scatola

Possiamo gustare la scarola anche cotta, con una ricetta gustosissima. Scarola piccante con olive e capperi

Ingredienti per 4 persone:

  • 520 gr di scarola
  • 60 gr olive verdi e nere
  • 30 gr capperi sottosale
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino fresco
  • olio evo
  • sale

Lavate la scarola e pulitela e spezzate le foglie con le mani. In una casseruola mette un filo d’olio, l’aglio, il peperoncino fresco. Aggiungete la scarola e pian piano fatela ammorbidire cuocendola con il coperchio.
Aggiungete quindi le olive e i capperi dissalati (basterò tenerli in ammollo e cambiare l’acqua qualche volta).
Cuocete finché la scarola non sarà bella morbida. Regolate eventualmente di sale.


  • Ambiente di coltivazione: Campo  Serra 
FRIGORIFERO
Teme il freddo da frigorifero?
No
MATURAZIONE
Matura con gli altri:  Abbastanza
Fa maturare gli altri:  Un po'
DURATA A TEMPERATURA 
AMBIENTE:  5 giorni
FRIGORIFERO:  10 giorni
COSA SI CONSUMA
Foglie
COME SI CONSUMA
Cruda in insalata e cotta
COME SI CONSERVA
Tenuta in un ambiente umido e freddo oppure in frigorifero e va consumata entro una settimana.
POSITIVO PER
Colesterolo, infiammazioni del fegato e reni, stitichezza, antiossidante, obesità
CONTIENE QUANTITÀ SIGNIFICATIVE DI
Inulina, Potassio, Calcio, Vitamina e B3, Acido folico
PUÒ CAUSARE
Non riportati effetti dannosi
Ancora nessuna varietà per questa specie
REGISTRA LA TUA VARIETÀ

Wefrood - L'app per trovare frutta e verdura buone

Scaricala e registrati

Il blog - sapere, sapore, salute