wefrood_proprieta_pesca-e-nettarina

I colori delle varietà

PESCA E NETTARINA

Famiglia: Rosaceae

Nome: Prunus persica L.
Origine: Cina
Gruppi morfo-funzionali e altre classificazioni: Polpa bianca, gialla o bianca con striature verdi. Forma sferica o piatta (tabacchiera o saturnina). Spiccagnole (si staccano dal seme o duracine (non si staccano)
IGP / DOP: Pescabivona IGP, Pesca di Leonforte IGP, Pesca di Verona IGP, Pesca e Nettarina di Romagna IGP
PRODUTTORI, RIVENDITORI, RICETTE, OFFERTE LOCALI
VUOI VENDERE QUESTO PRODOTTO?

Pesca e nettarina. Consigli per i consumatori su origine, proprietà, salute, varietà, ricette e l'APP Wefrood per trovare produttori e rivenditori.

Pesca origine e note botaniche

La pesca è il frutto dell'albero di Prunus persica L., una specie originaria della Cina. La sua coltivazione è presente in molte regioni italiane (Campania, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Marche, Lazio, Basilicata, Sicilia) e la tradizione agricola, abbinata ad ambiente e condizioni pedo-climatiche specifiche, ha portato allo sviluppo di molte varietà dalle caratteristiche profondamente diverse sia dal punto di vista agronomico che gastronomico. I fiori sono rosa e le piante sono normalmente innestate su specie rustiche che modulano la vigoria degli alberi ed aumentano la resistenza ai patogeni del terreno ed alla clorosi ferrica (l'ingiallimento delle foglie dovuto alla carenza di Ferro a sua volta indotta dai terreni calcarei).  Il ritorno della coltivazione del pesco sugli stessi terreni può provocare infatti lo sviluppo di diverse malattie che vanno sotto il nome di stanchezza del terreno.  Il fiore del pesco è rosa e la pianta è spesso molto produttiva. Un ettaro di pescheto può produrre anche 200 quintali di frutti. per questo, spesso dopo la fioritura, se l'allegagione è abbondante si procede ad un diradamento dei frutticini che permette, ai supersititi di raggiungere dimensioni apprezzabili dal punto di vista commerciale. 

Pesche IGP e DOP

Sono almeno 4 i prodotti dell'eccellenza italiana in ambito di pesche e nettarine

Pesche spiccagnole e pesche duracine

La prima grande distinzione tra le miriade di varietà di pesca è legata alla possibilità di separare la polpa dal seme agevolmente. Si chiamano pesche spiccagnole quelle varietà in cui le due valve (le parti di cui si compone il frutto), si staccano dal seme e si separano agevolmente. Si chiamano duracine quelle pesche le cui valve non si separano agevolmente e non si staccano dal seme. Commercialmente le spiccagnole sono preferite alle duracine perchè si possono consumare agevolmente senza correre il rischio di sporcarsi con il succo del frutto.

Vendita pesche e nettarine a Milano, Torino, Venezia, Firenze, Roma, napoli, Bari? Sei un appassionato? Scarica l'App Wefrood e trovi i rivenditori vicini a te. Sei un produttore di pesche e nettarine? Registrati su Wefrood!

Varietà di pesche e caratteristiche

Frutto estivo per eccellenza, è caratterizzata da un gran numero di varietà e gruppi morfofunzionali. Le pesche sono drupacee con la buccia o pelle pelosa (tomentosa) che possono essere suddivise per:

Colore della polpa della pesca

  • pesche a polpa bianca, con le varietà Flaminia, Maria bianca,  Michelini, Maria delizia
  • pesche a polpa gialla, con le varietà Redhaven, Dixired, Fayette, Suncrest.

Forma del frutto della pesca

  • pesche sferiche o tondeggianti (vedi sopra)
  • pesche compresse ai poli (es saturnine e/o tabacchine)

Epoca di raccolta della pesca

  • precoci, raccolte a maggio
  • semi precoci giugno
  • tardive luglio, agosto e settembre

Varietà di nettarine

Le pesche nettarine, a differenza delle pesche, hanno la buccia o pelle glabra (senza peli). Normalmente hanno la polpa più soda e la buccia leggermente più spesso. Normalmente il colore varia dal giallo al rosso intenso e la polpa è distinta in

  • pesche nettarine a polpa gialla, come le varietà Caldesi, Spring Red, Early star, 
  • pesche nettarine  a polpa bianca, come le varietà Caldesi 2010, caldesi 2000, vania

Pesca percoche o percoca

Le pesche percoche sono un terzo gruppo di pesche  (detta anche percocca) utilizzate prevalentemente per uso industriale. Si tratta di frutti tomentosi, a polpa gialla con polpa soda e compatta. La tradizione dell'uso della percocca per consumo fresco è tipicamente meridionale. Al termine del pasto è consuetudine sbucciare da affettare una percocca ed immergerla in un bicchiere di vino per andare a costituire un ottimo dessert.

Come conservare la Pesca e la Nettarina?

Dissetante, versatile, delicato, il frutto richiede molta attenzione nella manipolazione. Le pesche sono dei frutti molto delicati. Le pesche vengono raccolte esclusivamente a mano e selezionandole, occorre prestare molta attenzione nel maneggiarle.

  • Pesche appena raccolte. la pesca acerbi può essere conservata a temperatura attorno agli 0 gradi centrigradi con una umidità relativa abbastanza bassa (80%) per circa 15 giorni

Una volta estratte dal frigorifero e poste in commercio maturano piuttosto rapidamente

  • a temperatura ambiente la shelf life della pesca è di circa 5 giorni
  • in frigorifero la pesca può durare indicativamente 8 giorni

In generale, se acquisti pesche e nettarine ancora dure, le puoi lasciare maturare a temperatura ambiente dentro ad un sacchetto di carta. Invece se sono mature, mettile dentro ad un sacchetto di plastica forato o di carta e riponile in frigorifero per qualche giorno. 

Quando si raccolgono le Pesche e la Nettarine?

Pesche e Nettarine sono tipici frutti estivi, le troverai facilmente da maggio ad inizio settembre, quando la polpa ha raggiunto un grado zuccherino tra 16 e 20 gradi Brix.

Pesca e nettarina, salute

In Cina, dove venivano coltivate già 5000 anni fa, sono simbolo di immortalità, visti i numerosi benefici per il nostro organismo. Conoscendone le diverse varietà se ne possono sfruttare al massimo le potenzialità e le differenze. Le pesche e le nettarine sono ricche di sostanze nutritive fondamentali per il nostro organismo e contengono antiossidanti che ci proteggono dagli effetti negativi dei radicali liberi sulla nostra pelle e sugli organi del nostro corpo.

  • La pesca contiene Calcio, Magnesio e Potassio, in Vitamina A, Luteina e Zeaxantina ed Acido caffeico
  • La pesca contrasta: problemi al sistema immunitario, Radicali liberi, Cancro, Ipertensione, Infiammazioni croniche

Pesca e pericoli

  • Il seme è velenoco. Il nocciolo della pesca o meglio il suo seme possono essere tossici. Infatti, i semi di pesco, contengono amigdalina, un glucoside cianogenetico che quando si mastica il seme, si scinde e produce cianuro.  in questo articolo il numero di semi che si possono mangiare senza rischiare
  • La peluria la peluria delle bucce di pesca può creare fastidio ed allergia soprattutto nei bambini.
  • Il polline di pesco. Anche il polline può causare reazioni allergiche incrociate.

La pesca è un frutto climaterico?

Pesche e Nettarine sono frutti climaterici, inoltre influenzano la maturazione di altri frutti posti vicino a loro, visto che producono molto etilene.

Lo sapevi che appartengono alla stessa famiglia ed hanno caratteristiche simili anche albicocca, mandorla e prugna?

Ricetta facilissima e super golosa: pesche al forno con cioccolato e amaretti

le pesche sono un frutto molto versatile al centro della cucina italiana perchè si possono consumare tale e quale, come succo, cotte, in marmellata, essiccate, sciroppate, sorbetti, preparazioni dolciarie. Un esempio di ricetta tradizionale sono le pesche al forno con  cioccolato ed amaretti.

Ingredienti (per le dosi considerate una pesca a testa):

  • 4/5 pesche a seconda della grandezza
  • 2 tuorli
  • 30 gr di zucchero
  • 30 gr cacao amaro
  • 5 amaretti
  • 30 gr di burro
  • 20 mandorle

Lavate e asciugate le pesche dividendole a metà senza sbucciarle, togliendo il nocciolo.
Scavate un po’ le pesche in modo da ottenere un po’ di polpa.
Sbriciolate gli amaretti e tagliate grossolanamente le mandorle, lasciandone 4/5 per la decorazione.
Unite poi il cacao amaro, lo zucchero, gli amaretti sbriciolati, le mandorle e i tuorli e mescolate il tutto. Sistemate le pesche in una teglia ricoperta di carta forno e farcitele con la crema al cacao e amaretti, decorando se volte con la mandorla.
Cuocete a 160° per circa un’ora, verificate la cottura con uno stecchino: la crema al cioccolato deve diventare soda e croccante, le pesche non devono sfaldarsi troppo.
Potete poi usare il liquido di cottura (una specie di caramello) per decorare il piatto in cui le servirete.

  • Ambiente di coltivazione: Campo 
FRIGORIFERO
Teme il freddo da frigorifero?
Abbastanza
MATURAZIONE
Matura con gli altri:  Un po'
Fa maturare gli altri:  Molto
DURATA A TEMPERATURA 
AMBIENTE:  5 giorni
FRIGORIFERO:  8 giorni
COSA SI CONSUMA
Polpa e seme
COME SI CONSUMA
Tale e quale, succo, cotto, marmellata, essiccata, sciroppo, sorbetti, preparazioni dolciarie
COME SI CONSERVA
Per completare la maturazione possono essere tenute a temperatura ambiente dentro ad un sacchetto di carta oppure se mature nel frigorifero sempre dentro ad un sacchetto di carta.
POSITIVO PER
Problemi al sistema immunitario, Radicali liberi, Cancro, Ipertensione, Infiammazioni croniche
CONTIENE QUANTITÀ SIGNIFICATIVE DI
Calcio, Magnesio e Potassio, Vitamina A, Luteina e Zeaxantina, Acido caffeico
PUÒ CAUSARE
Possibilità di reazioni crociate per soggetti allergici ai pollini, inoltre la peluria delle pesche a persone sensibili può causare irritazioni cutanee
Ancora nessuna varietà per questa specie
REGISTRA LA TUA VARIETÀ

Wefrood - L'app per la tua frutta e verdura

Produttori e rivenditori
Informazioni e consigli
Ricette

Scaricala e registrati

Il blog - sapere, sapore, salute