wefrood_proprieta_cavoletti-di-bruxelles

I colori delle varietà

CAVOLETTI DI BRUXELLES

Famiglia: Brassicaceae

Nome: Brassica Oleracea L var gemmifera
Origine: Non definita
Gruppi morfo-funzionali e altre classificazioni: Germogli verdi o viola, pianta nana o normale.
IGP / DOP: No
PRODUTTORI, RIVENDITORI, RICETTE, OFFERTE LOCALI
VUOI VENDERE QUESTO PRODOTTO?

Cavolo o Cavoletto di Bruxelles. Curiosità e consigli per i consumatori su coltivazione, varietà, ricette, salute e l'app Wefrood per trovare produttori e rivenditori

Cavoletto (o broccolo) di Bruxelles, cos'è?

Un cavolo in miniatura, con un sapore incredibile concentrato in pochi centimetri. Del Cavolo di Bruxelles altrimenti detto broccoletto di Bruxelles, si consumano le gemme fiorali, molto sviluppate, che crescono lungo lo stelo della pianta. Se lasciate sviluppare, da queste gemme spuntano nel secondo anno, gli steli fiorali. Si tratta di una specie, Brassica oleracea var. gemmifera la cui origine non è definita.  Appartiene alla famiglia delle Brassicaceae e per le sue dimensioni viene chiamato cavolino o cavoletto o broccoletto di Bruxelles. La pianta si coltiva in pieno campo, diventa alta circa un metro e porta sul suo stelo eretto tra 20 e 30 cavoletti. Si tratta di una cultura autunno invernale diffusa in diverse regioni Italiane e che predilige terreni di medio impasto. La sua più acerrina nemica è la cavolaia, Pieris brassicae L., la farfalla (lepidottero Pieridae) bianca con i puntini neri sulle ali che vediamo spesso volare ai margini degli orti. 

Con l'App Wefrood trovi produttori e venditori di cavoletto di Bruxellese. Sei un impresa? Promuovi i tuoi broccoletti con Wefrood!

Tipi e varietà di cavoletto di Bruxelles 

Del cavolo (o broccolo) di Bruxelles ci sono numerose varietà che spesso si distinguono in funzione dell' epoca di maturazione

  • cavoletti di bruxelles precoci, si raccolgono da settembre a novembre),
  • cavolini di bruxelles semi-tardiva la cui raccolta avviene da novembre a dicembre)
  • cavoli di bruxelles tardivi e molto tardivi che maturano da gennaio a marzo).

Il Cavolino di Bruxelles si classifica inoltre in funzione dell'altezza delle piante:

  • varietà di cavoletti normali, la cui altezza raggiunge circa 1 metro
  • varietà di cavoletto nane, coltivabili anche in vaso, che non raggiungono i 60 centimetri di altezza

Oltre al tradizionale colore verde, tra le varianti esiste anche una rara varietà di colore viola

Come conservare il Cavoletto (o cavolino) di Bruxelles? 

Il Cavolo di Bruxelles è decisamente più delicato degli altri cavoli in commercio. la sua temperatura ideale di conservazione è di 0 gradi centigradi con 95% di umidità relativa. In queste condizioni la sua shelf life è di circa 10 giorni. A temperatura ambiente la shelf life dei cavoletti di bruxelles si riduce a 5 giorni. Una volta acquistato deperisce molto velocemente. Ti consigliamo di mettere i boccioli di cavolo di bruxelles in frigorifero, all'interno di un sacchetto di plastica forato, dopo avere elimina le foglie danneggiate o che iniziano a marcire. In alternativa, dopo averli sbollentati, puoi congelarli e averli a disposizione per lungo tempo. 

Il cavoletto di Bruxelles in dispensa

Il Cavolo di Bruxelles non può essere definito climaterico, quello che mangiamo sono i germogli e non i frutti. Inoltre non produce etilene, ma è un ortaggio che è molto influenzato e sensibile dall'etilene prodotto da frutta e verdura che ne accelerano la degradazione.  Occorre quindi prestare molta attenzione a ciò che gli metti vicino evitando i frutti produttori di etilene come mele, banane, pere, mango.

Lo sapevi che appartengono alla stessa famiglia ed hanno caratteristiche simili anche cavolo nerocavolo rapa e cavolfiore?

Quando si raccoglie il Cavolo di Bruxelles?

Il Cavolo di Bruxelles è un tipico ortaggio della stagione fredda. La sua raccolta in pieno campo inizia a Settembre e termina alla fine di Aprile. Per merito delle numerose varietà disponibili in commercio e grazie anche ad una parte di prodotto importato dal Nord Europa in estate, il cavoletto di bruxelles è disponibile dal tuo rivenditore di fiducia per tutto l'anno

Cavoletti (o broccoletti) di Bruxelles, salute e dieta

Come tutte le brassicacea, i cavoletti di Bruxelles sono un vero toccasana per la salute. Con un grado Brix a maturazione che varia da 8 a 10, il cavolo o cavoletto di Bruxelles è adatto alla diete ipocaloriche. Contiene infatti circa 40 calorie per 100 grammi di prodotto e quindi può essere utilizzato da chi vuole controllare o perdere peso. Inoltre, i germogli del cavolo di Bruxelles sono ricchi di composti a base di Zolfo (Sulforano), Fibre, Zeaxantina e Luteina, Isotiocianati, Vitamina C e K, Ferro. Per questo, se consumati regolarmente prevengono:

  • Infiammazioni intestinali e bronchiali,
  • Cancro,
  • Radicali liberi,
  • Colite,
  • Colesterolo

Controindicazioni del cavolo di Bruxelles

Il cavoletto di Bruxelles può essere controindicato ed avere effetti indesiderati per chi ha problemi di tiroide perchè influisce con l'assorbimento dello iodio. Per questo, chi fosse affetto da patologie tiroidee deve confrontarsi con il suo medico prima di consumarli

Cavoletto di Bruxelles in cucina

Il cavoletto o cavolino o broccoletto di Bruxelles può essere consumato sia crudo, in insalata, che cotto al vapore o in acqua bollente. Con il cavolo di Bruxelles puoi inoltre creare un sugo gustosissimo per la tua pasta:

Pasta con cavoletti di Bruxelles, porri e pancetta

Ricetta velocissima e con pochi ingredienti: Ingredienti per 4 persone:

  • scegliete il formato di pasta che preferite
  • 400 g di cavoletti di Bruxelles
  • 2 porri
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • pancetta (facoltativa)

Se scegliete di utilizzare la pancetta a cubetti potete iniziare a farla rosolare in un’ampia padella antiaderente, in modo che rilasci il suo grasso.
Lavate i porri, tagliateli a rondelle sottili e schiacciate l’aglio. Pulite i cavoletti di Bruxelles e tagliateli in 4.
Unite il tutto alla pancetta, se necessario aggiungendo un filo d’olio e un po’ dei acqua per fare stufare al meglio (attenzione, non devono lessarsi). Assaggiate il sugo per verificarne al sapidità e decidere se c’è bisogno di sale (se avete utilizzato la pancetta potrebbe essere non necessaria).
Cuocere il formato di pasta che avete scelto in abbondante acqua salata. Scolare poi la pasta e farla saltare nella padella del sugo. Servire con pepe appena macinato.

  • Ambiente di coltivazione: Campo 
FRIGORIFERO
Teme il freddo da frigorifero?
No
MATURAZIONE
Matura con gli altri:  Molto
Fa maturare gli altri:  Un po'
DURATA A TEMPERATURA 
AMBIENTE:  5 giorni
FRIGORIFERO:  10 giorni
COSA SI CONSUMA
Germogli
COME SI CONSUMA
Cotto o crudo
COME SI CONSERVA
Lavati e privati delle foglie danneggiate, messi nel frigorifero in un sacchetto di plastica forata possono durate una settimana. Oppure possono essere facilmente congelati
POSITIVO PER
Infiammazioni, cancro, radicali liberi, colite, colesterolo
CONTIENE QUANTITÀ SIGNIFICATIVE DI
Sulforano, Fibre, Zeaxantina e Luteina, Isotiocianati, Vitamina C e K, Ferro
PUÒ CAUSARE
Interferenza nell'assorbimento dello iodio per chi ha problemi di tiroide, inoltre potrebbe causare gonfiore intestinale
Ancora nessuna varietà per questa specie
REGISTRA LA TUA VARIETÀ

Wefrood - L'app per la tua frutta e verdura

Produttori e rivenditori
Informazioni e consigli
Ricette

Scaricala e registrati

Il blog - sapere, sapore, salute