wefrood_proprieta_castagna

I colori delle varietà

CASTAGNA

Famiglia: Fagaceae

Nome: Castanea sativa Miller
Origine: Mediterraneo orientale caucaso
Gruppi morfo-funzionali e altre classificazioni: Castagne, Marroni, Giapponesi e Eurogiapponesi. Sostanzialmente si distinguono per dimensioni, forma a cuore (marrone) o schiacciate da un lato (castagna), colore bruno scuro (castagna) o marrone striato (marrone).
IGP / DOP: Castagna Cuneo IGP, Castagna del Monte Amiata IGP, Castagna di Montella IGP, Castagna di Vallerano DOP, Marrone di Catel del Rio IGP
PRODUTTORI, RIVENDITORI, RICETTE, OFFERTE LOCALI
VUOI VENDERE QUESTO PRODOTTO?

Castagna e marrone. Proprietà, curiosità, conservazione

La Castagna è il frutto della Castanea sativa Miller, un albero che veniva chiamata "pane d'albero o albero del pane", perché ha sfamato intere generazione di contadini. Il frutto della castagna si chiama achenio ed è composto dalla parte edule e secca interna e dal guscio. Il frutto è contenuto in una capsula spinosa che tutti noi chiamiamo riccio e che a maturazione si apre. Ogni riccio di castagna può contenere fino a 4 acheni 

Sei un appassionato? Con l'App Wefrood porti con te tutte le informazioni. Sei un impresa? Promuovi questo prodotto con Wefrood! Per conoscere l'origine della tradizione delle castagne a San Martino leggi questo articolo.

Differenza tra castagne e marroni

La prima distinzione si fa tra marrone e castagna. Il marrone è il frutto dell'albero del castagno, ha una forma a cuore, con la polpa non divisa internamente da setti e con la buccia di colore marrone striato. La castagna, invece, ha una forma tendenzialmente schiacciata, la polpa internamente divisa dal setto divisorio e si presenta esternamente con la buccia marrone.

Quante castagne ci sono in un kilogrammo

Una curiosità: la pezzatura della castagna si misura in numero di frutti su chilogrammo:

  • per i marroni varia da 55 a 70 frutti per kg. Un marrone pesa quindi da 15 a 20 gr
  • per le castagne può arrivare anche a 100 frutti su kilogrammo. Una castagna pesa indicativamente 10 gr.

Le varietà tradizionali di castagna sono:

  • Castagna della Madonna,
  • Bracalla,
  • Garrone rosso,
  • Pistoiese,
  • Reggiolana

Attualmente, insieme alle varietà tradizionali di Castagna europea (Castanea sativa Miller) si stanno diffondendo le varietà eurogiapponesi (Castanea sativa x crenata) castagne giapponesi (Castanea crenata). Queste specie asiatiche di castagne si stanno diffondendo perchè resistenti a due malattie che hanno danneggiato i castagneti autoctoni (il mal dell'inchiostro, Phytophtora cambivora, ed il cancro della corteccia (Endothia parasitica)

Le varietà commerciali di castagne eurogiapponesi sono 

  • Bouche de betizac
  • Vignols
  • Marsol  
  • Primato.

Purtroppo l'introduzione di piante asiatiche ha favorito anche l'introduzione di un insetto molto dannoso Dryocosmus kuriphilus (Yasumatsu), una vespetta Cinipidae, che sta danneggiando le coltivazioni 

Castagne IGP e DOP

I castagneti e la tradizione castanicola sono diffusi in tutta Italia. Ne sono prova il numero elevato di specialità territoriali anche certificate dall'Unione Europea con il marchio di IGP o DOP:

  • Castagna di Cuneo IGP,
  • Castagna del Monte Amiata IGP,
  • Castagna di Montella IGP, 
  • Castagna di Vallerano DOP,
  • Marrone di Castel del Rio IGP.

Quando si raccolgono le castagne?

La castagna matura con l'arrivo delle prime gelate in collina. Indicativamente si inizia la raccolta tra la fine di settembre e metà ottobre a seconda dell'andamento stagionale e della latitudine. Le Castagne sono uno dei protagonisti dell'autunno e se conservate correttamente sono disponibili da ottobre a gennaio. 

Conservare la Castagna, dentro o fuori il frigorifero?

Se ben tenute in frigorifero o in un posto fresco, all'interno di un sacchetto di carta o juta, le puoi consumare per lungo tempo. Le castagne vengono spesso trattate al vapore o con altri metodi per evitare che sviluppino muffe o si degradino velocemente. Potresti anche essiccarle o ridurle in farina, in questo modo avrai questo prodotto per un periodo maggiore. Con la farina di castagne puoi cucinare un dolce tipico toscano gustosissimo: il castagnaccio.

Ricetta del castagnaccio

Farina di castagne ed altri Ingredienti:

  • 250 gr farina di castagne
  • 400 ml di acqua
  • 20 gr pinoli
  • 75 gr uvetta
  • 1 rametto rosmarino
  • 1 pizzico sale
  • olio evo

Procedimento:

Iniziamo preriscaldando il forno a 180°C e mettili l’uvetta in ammollo nell’acqua tiepida.
Setacciamo poi la farina e aggiungiamo un pizzico di sale. Versiamo a filo l’acqua mescolando, in modo da evitare la formazione di grumi. L’impasto deve risultare molto liscio. Aggiungi all’impasto metà pinoli e metà uvetta precedentemente ammollata e strizzata.
Fodera una teglia rettangolare (22cm x 17cm) con la carta forno e versaci l’impasto. Cospargi la superficie con i pinoli e l’uvetta rimasta, aggiungi anche gli aghi del rosmarino. Aggiungi un leggerissimo filo d’olio e inforna.
Cuoci il castagnaccio per 35 minuti: la superficie formerà delle rughe sottili, ma l’interno rimarrà morbido e compatto.

La castagna produce etilene?

La Castagna non è un frutto climaterico ed è totalmente indifferente all'etilene, quindi puoi riporla vicino a qualsiasi frutta o verdura senza nessun problema.

Castagne e salute, proprietà ed effetti

Grazie alla ricchezza in carboidrati complessi, che la rende simile per valore nutritivo ai cereali ma alla mancanza di glutine, la castagna rappresenta un prodotto adatto alle diete per celiaci. Sono ricche di proprietà benefiche, ricche di minerali, proteggono l'intestino, aiutano a rinforzare il sistema immunitario e a contrastare l'anemia. La castagna contiene Magnesio ed aiuta a contrastare i seguenti problemi

  • Anemia,
  • Stitichezza,
  • Colesterolo,
  • Artrite,
  • Radicali liberi,
  • Problemi alla prostata e
  • infezioni alle vie urinarie

Le castagne sono indicate per le donne in gravidanza perchè contengono acido folico e Vitamina B. Oltre ai benefici occorre però ricordare che può essere pericolosa per l'alto indice glicemico che ne sconsiglia un consumo eccessivo a persone diabetiche.

  • Ambiente di coltivazione: Campo 
FRIGORIFERO
Teme il freddo da frigorifero?
No
MATURAZIONE
Matura con gli altri:  No
Fa maturare gli altri:  No
DURATA A TEMPERATURA 
AMBIENTE:  10 giorni
FRIGORIFERO:  20 giorni
COSA SI CONSUMA
Frutto
COME SI CONSUMA
Arrostite, al forno, lessate, essiccate o farina
COME SI CONSERVA
Si possono essiccare, oppure poste in un sacchetto di carta o juta e messo in frigorifero.
POSITIVO PER
Anemia, Stitichezza, colesterolo, artrite, radicali liberi, problemi alla prostata e infezioni
CONTIENE QUANTITÀ SIGNIFICATIVE DI
Fibre, fosforo, potasio, magnesio, Vitamina B e acido folico
PUÒ CAUSARE
Alto indice glicemico, da evitare un consumo eccessivo a persone diabetiche
Ancora nessuna varietà per questa specie
REGISTRA LA TUA VARIETÀ

Wefrood - L'app per la tua frutta e verdura

Produttori e rivenditori
Informazioni e consigli
Ricette

Scaricala e registrati

Il blog - sapere, sapore, salute