wefrood_proprieta_carciofo

I colori delle varietà

CARCIOFO

Famiglia: Asteraceae

Nome: Cynara scolymus L
Origine: Mediterraneo orientale
Gruppi morfo-funzionali e altre classificazioni: Dimensioni del fiore, fiore verde o viola, presenza o no di spine
IGP / DOP: Carciofo Brindisino IGP, Carciofo di Paestum IGP, Carciofo Romanesco del Lazio IGP, Carciofo dell'Altopiano del fucino IGP, Carciofo Novella di Ispica IGP, Carciofo Spinoso di Sardegna DOP
PORTA TUTTO CON TE

Pianta pluriennale appartenente alla stessa famiglia del radicchio, della lattuga e della scarola rappresenta uno dei prodotti tipici del Mediterraneo. Utilizzato in vari modi è considerato da moltissimo tempo una specie medicinale di cui si consumano tutte le parti. Ha proprietà benefiche e gusto inconfondibili. Il nome latino deriva probabilmente da cenere che si cospargeva sui terreni prima di trapiantarlo. La sua diffusione fuori dal bacino del Mediterraneo ha seguito i flussi migratori dei suoi abitanti.

Sei un appassionato? Con l'App Wefrood porti con te tutte le informazioni.

Sei un impresa? Promuovi questo prodotto con Wefrood!

Varietà disponibili in commercio
La coltivazione del Carciofo è diffusa in tutto il mondo, le varietà che si coltivano in Italia possono essere classificate, in base alle caratteristiche agronomico-commerciali in due grandi gruppi: al gruppo di varietà autunnale, dette anche rifiorenti, queste varietà presentano un capolino medio-piccolo e quella che appare dopo l’inverno viene destinata all’industria conserviera per la surgelazione e l’inscatolamento. Le varietà del gruppo primaverile, sono coltivate nelle aree costiere dell’Italia centro-settentrionale con la produzione più pregiata, caratterizzata da capolini più sviluppati. Tra le più di 90 varietà di Carciofo coltivate nel mondo si distinguono le varietà spinose da quelle inermi, cioè senza spine.

Come conservare il Carciofo, dentro o fuori il frigorifero?
Per conservare al meglio i Carciofi li puoi mettere in frigorifero  avvolti da un panno umido o carta da cucina per circa un paio di settimane, in alternativa potresti conservarli come dei fiori recisi mettendoli in un vaso pieno di acqua fresca

Quando gustare il Carciofo?
Grazie alle numerose varietà a disposizione il Carciofo lo puoi assaporare da ottobre a maggio. Oppure puoi trovarli e gustarli tutto l'anno in conserva, sottolio o sottaceto. 

Fa parte dei frutti climaterici?
Quello che si consuma del Carciofo è il fiore, quindi per questo motivo non può essere definito climaterico. Però presta attenzione a cosa gli metti vicino, produce una buona quantità di etilene.

Lo sapevi che appartengono alla stessa famiglia ed hanno caratteristiche simili anche lattuga, cardo e indivia?

  • Ambiente di coltivazione: Campo 
FRIGORIFERO
Teme il freddo da frigorifero?
No
MATURAZIONE
Matura con gli altri:  Un po'
Fa maturare gli altri:  Abbastanza
DURATA A TEMPERATURA 
AMBIENTE:  4 giorni
FRIGORIFERO:  10 giorni
COSA SI CONSUMA
Capolino, foglie, frutto, semi, radici e rizomi
COME SI CONSUMA
Essiccato, surgelato, liofilizzato, in salamoia, sottolio, precotto, creme.
COME SI CONSERVA
Avvolti con della carta da cucina umida e riposti in figro. Oppure in un luogo fresco, messi con il gambo a bagno in un vaso pieno d'acqua
POSITIVO PER
Intossicazioni, digestione lenta, colesterolo, glicemia, ossidazione, tumori, intestino irritabile, stitichezza
CONTIENE QUANTITÀ SIGNIFICATIVE DI
Potassio, Sodio, Fosforo, Magnesio, Cinarina, vitamina K, fibra
PUÒ CAUSARE
Sconsigliato in lattazione e a chi ha problemi al fegato
Ancora nessuna varietà per questa specie

Scarica l'APP

Elenco specie
Specie del mese
Shopping list e dispensa
Produttori e rivenditori
Zero sprechi
Dieta dei 5 colori
News
SE VUOI ENTRARE NELLA COMUNITÀ O DIVENTARE PARTNER