Specie e varietà

Parenti dalle forme e colori completamente diversi, nello spazio e nel tempo
Categoria: Produzione

Ma specie e varietà sono sinonimi?

No, hanno in comune poche cose fondamentali ma sono profondamente diversi.

La specie è unica. Al suo interno convivono migliaia di varietà completamente diverse le une dalle altre nelle forme, nei colori, nei sapori e negli usi che se ne possono fare. Prendiamo la mela ad esempio: la specie si chiama Malus domestica, le varietà sono oltre mille (almeno quelle ufficialmente registrate presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Italiano

Ogni varietà, tecnicamente cultivar (cultivated variety), viene selezionato per alcune caratteristiche specifiche la cui importanza cala o cresce a seconda dell'evoluzione della società.

Si potrebbe dire che le varietà sono un indice dell'evoluzione della razza umana.

Semplifico con alcuni esempi:

  • Quando non c'era il frigorifero servivano varietà di pere precoci, medio precoci, tardive e molto tardive. Cosi, nei mesi, c'erano sempre frutti freschi a disposizione.
  • L'avvento del frigorifero domestico e dei trasporti refrigerati tra emisfero sud e nord ha reso molte di queste superflue e così alcune sono state abbandonate per favorire quelle a maggior produttività o con altre caratteristiche.
  • Le ultime varietà di pomodoro lanciate sul mercato hanno bacche piccolissime il cui scopo è prevalentemente estetico per servire le esigenze di cuochi di grido ed "influencers"

Quindi abbandonare una vecchia varietà è come perdere un dipinto. Tutto quello che rappresentava si dimentica.

Allo stesso tempo si potrebbe dire "paese che vai, varietà che trovi" perché gli usi e le abitudini di una società sono quelli che determinano il parco delle varietà richieste.

Basta questo per spiegare l'importanza della genetica e delle varietà per raccontare la cultura di un popolo in un certo momento della sua storia. Questo è il motivo per cui in Wefrood la scheda specie porta un'immagine stilizzata, astratta, mentre le foto sono riservate alle varietà che i nostri selezionatori e genetisti vorranno condividere