Perché WeFrood?

2018, l'ultimo anno di acquisti casuali, prodotti che marciscono in casa e produttori senza un nome

Categoria: Costume e società

Non so voi, ma io da una vita sento dire che non si trova la frutta buona, che c'è un problema di spreco alimentare soprattutto in casa e che "......ho mangiato un melone buonissimo ma vallo a sapere come si chiamava il produttore!"

Da agronomo mi sono spesso sentito chiedere come si fa a riconoscere la frutta buona, chi sono i produttori migliori, quale prodotto è di stagione in questo mese e mille altre cose. Ragionandoci sopra mi è sembrato ci siano alcuni problemi non risolti che allontanano persone e frutta e che Wefrood prova ad affrontare:

- la produzione è anonima. Anche se esiste l'obbligo di etichettatura, nessuno di noi ricorda più di 5 marchi famosi del settore e soprattutto conosce il nome di altrettanti produttori. Se escludiamo i giganti multinazionali con il bollino blu, le mele delle nostre valli alpine, i pomodori dell' assolata Sicilia e pochi altri esempi, non sappiamo niente di chi produce quello che ci mettiamo in bocca tutti i giorni della nostra vita (a partire dallo svezzamento, si intende),

- nessuno di noi ha un posto per appuntarsi le cose buone che mangia e chi gliele aveva fatte avere cosi buone. 

- dall'esperienza positiva o negativa che facciamo come singoli, nessun trae beneficio. Che abbiamo trovato un prodotto eccezionale o che siamo stati sfortunati, non abbiamo un sistema che permetta agli altri di approfittarne o di starne alla larga.

- Per troppi anni si è guardato maniacalmente solo al prezzo, per una famiglia di prodotti che è essenziale per la nostra dieta e la nostra salute e che oggi pesa nelle spese delle nostre famiglie per non più di 3 -4 € di media al giorno (1 -2 €/testa). Questo ha depresso qualsiasi ragionamento sul valore del prodotto buono. E pensare che tutto il nostro benessere fisico e psichico si basa sul nostro rapporto con il cibo buono.

- Delle centinaia di specie e delle migliaia di varietà esistenti si conosce sempre meno. Ci siamo ridotti a comperare sempre la prima cosa che ci appare davanti agli occhi. Un po' come il mitico cane di Pavlov.  

Potrei continuare all'infinito ma il brodo lungo non è  lo scopo di questo articolo.

WeFrood nasce proprio per rispondere queste domande:

- dove trovo frutta e verdura buone?

- a chi devo la mia soddisfazione?

- posso ridurre lo spreco di prodotti a casa mia?

- come si conserva, quanto zucchero ha, che varietà esistono,?

- quando si raccoglie?

- mangio abbastanza colorato per stare bene?

WeFrood è un sito con le informazioni ed un'APP con i servizi personalizzati.

Vorrei diventasse uno strumento quotidiano per adulti, ragazzi e bambini. Ma anche per le imprese migliori.

Come va usata? Semplice!

Curiosate fin che volete sul sito  e poi scaricate l'APP.

Compilate il vostro profilo personale segnando cosa vi piace ed a cosa siete allergici.

Preparate la vostra prossima lista della spesa (shopping list nell'app) e verificate dove potete trovare i prodotti vicino a voi.

Acquistate nei posti migliori grazie alle referenze dei vostri amici ed aggiornate la dispensa, verificando subito la durata in frigorifero e fuori dei frutti acquistati

Quando volete, mangiate e fate una recensione al rivenditore ed al produttore

Ogni mattina riceverete un alert sulla frutta che scade ed ogni sera verificate se la vostra dieta è stata abbastanza colorata.

Se poi siete pigri o troppo impegnati, condividete la shopping list e mandate qualcun altro a fare la spesa per voi. Ci sono almeno altre 35 funzioni che potete scoprire col tempo usando l'applicazione.

Non vorrei aggiungere altro. Spero staremo molto tempo insieme attraverso Wefrood.

PORTA WEFROOD CON TE
PROMUOVI I TUOI PRODOTTI