LAVARE FRUTTA E VERDURA ai tempi del CORONAVIRUS

Covid 19 - Lavare o non lavare frutta e verdura? Come e con quali prodotti?

Categoria: FAQ frutta-verdura

L’EFSA - la European Food Safety Authority (l’autorità europea per la sicurezza alimentare) ha affermato che non ci sono prove al momento per affermare che il cibo possa trasmettere il coronavirus.


Ciò non toglie che sia utile seguire alcune raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità OMS che suggeriscono una particolare attenzione verso le pratiche igieniche quotidiane quando si cucina:
- lavarsi le mani prima e dopo aver toccato i cibi (sia crudi che cotti)
- evitare contaminazioni tra prodotti crudi e cotti
- conservare gli alimenti crudi e cotti in contenitori separati e ben chiusi, sia in frigo che in freezer

FRUTTA E VERDURA SONO CONSIDERATI A BASSO RISCHIO DI TRASMISSIONE DEL VIRUS ma è sempre l’OMS che consiglia di lavare accuratamente frutta e verdura, soprattutto se verranno poi consumati crudi.

FRUTTA E VERDURA SONO UGUALI DA LAVARE?

Alcune specie sono più complicate da lavare di altre, pensiamo ai finocchi, ai carciofi o all’insalata… piuttosto che alla più comoda e veloce pesca o alle ciliegie.
Inoltre, se acquistiamo frutta e verdura al supermercato sarà più veloce lavarle, mentre se compriamo direttamente dal contadino o se coltiviamo un orto sappiamo che i prodotti raccolti saranno sicuramente più sporchi di terra e in questi ultimi sarà più facile trovare qualche insettino o lumachina.
Quindi, oltre al coronavirus che ci costringe ad una maggiore attenzione, lavare frutta e verdura è comunque importante e dovrebbe (se non lo è già) diventare una normale abitudine.


MA COME LAVARE FRUTTA E VERDURA?

Esistono diversi metodi per lavare frutta e verdura, ai tempi del coronavirus e non solo! Il più semplice è semplicemente in acqua corrente. Alcuni additivi possono migliorare il risultato ma altri possono essere rischiosi per la salute. Vediamo alcuni sistemi alternativi senza dimenticare il buon senso.

BICARBONATO PER LAVARE FRUTTA E VERDURA?

1. lavare con acqua corrente frutta e verdura
2. mettere i vostri prodotti in un contenitore pieno d’acqua in modo che siano completamente sommersi, aggiungere poi un chiacchiero di bicarbonato ogni litro d’acqua
3. lasciate in ammollo per almeno 5 minuti
4. sciacquare di nuovo con cura sotto l’acqua corrente

Disclaimer! Ma questo serve, nell’eventualità, per sconfiggere il coronavirus? No, il bicarbonato, così come l’aceto, gli oli essenziali e il tanto decantato limone non hanno effetti sul covid-19. Contribuiscono però a disciogliere eventuali sostanze chimiche residue sulla buccia e creano un ambiente leggermente acido che contrasto lo sviluppo di alcuni batteri e di alcune muffe.

AMUCHINA PER LAVARE FRUTTA E VERDURA?

La frutta e verdura può essere lavata con una soluzione di acqua e Amuchina, occorre seguire le istruzioni riportate sulla confezione: soluzione al 2% ovvero 20 ml di prodotto per litro d’acqua, lasciando agire per 15 minuti e risciacquando abbondantemente.

Questo prodotto è risultato efficace contro il coronavirus, ma sappiamo che in giorni di emergenza sanitaria è molto complicato reperirlo. Una soluzione alternativa è quella di ricorrere all’alcool denaturato, sempre da diluire 4 parti di alcool e una di acqua.

CANDEGGINA PER LAVARE FRUTTA E VERDURA? MAI!!!

Assolutamente sconsigliato l’utilizzo di candeggina o altri prodotti che non sono adatti all’uso alimentare, è sempre bene infatti leggere attentamente le istruzioni riportate sulle etichette dei prodotti. Gli eventuali residui di prodotti chimici potrebbero causare contrattempi decisamente peggiori di un eventuale rischio legato ad altri contaminanti biologici.

Concludendo, alcune regole semplici per igienizzare frutta e verdura e ridurre i rischi

Con o senza coronavirus,

  • laviamoci bene le mani prima di iniziare a cucinare e quando tocchiamo alimenti diversi (crudi/cotti).
  • laviamo sotto acqua corrente frutta e verdura, utilizzando il metodo che ci fa sentire più sicuri,
  • asciughiamoli con un panno pulito e magari peliamoli, se possibile. 

Frutta e verdura cotti possono portare il coronavirus?

Dagli studi dell’OMS è emerso che il coronavirus si distrugge a 70°, quindi non ci sono problemi per quanto riguarda il consumo di frutta e verdura cotti.

Non lasciamoci prendere dal panico, rispettiamo le norme di sicurezza che ci sono state consigliate in questo periodo e cerchiamo di farne tesoro anche quando l’emergenza sarà finita. Sarebbe importante, infatti, imparare non solo a lavare, ma anche a conservare e consumare i cibi in modo corretto.
Per quanto riguarda frutta e verdura, scarica subito l’APP  e scopri dove è meglio conservarle: frigo o a temperatura ambiente?





PORTA WEFROOD CON TE
PROMUOVI I TUOI PRODOTTI