L'ANANAS VA MESSO IN FRIGORIFERO?

Il frutto di ananas intero va tenuto a temperatura ambiente. Una volta pelato o affettato invece, va riposto in frigorifero. Vediamo come.

Categoria: FAQ frutta-verdura

L'ananas intero, anche se acerbo e duro, si conserva a temperatura ambiente, fuori dal frigorifero. Invece, il frutto privato della buccia e tagliato a fette va conservato in frigo in una ciotola, ben coperta dalla pellicola da cucina dove può rimanere al massimo per un paio di giorni prima di annerire ed inacidire. Perchè l'ananas teme il freddo del frigorifero?

L'ananas è un frutto di origine tropicale che come altri, teme il freddo del frigorifero. Viene raccolto ancora acerbo in diverse parti dell'America Centrale e dell'america Latina e viaggia, per arrivare sul nostro mercato, prevalentemente via nave. Si tratta di un frutto climaterico, quindi continua la sua maturazione dopo la raccolta. Per questo il trasporto deve avvenire in ambiente semi refrigerato. Normalmente i frutti viaggiano in cassa di 5-10 pezzi l'una all'interno di container alla temperatura di 7,5 gradi centigradi. In questo modo, la maturazione è rallentata ma il frutto dell'ananas non subisce danni da freddo. Per avere tutte queste informazioni a portata di mano, scarica la APP di Wefrood e seguici



Come scegliere un ananas maturo

Quali caratteristiche dell'ananas occorre guardare per capire se è maturo? Che aspetto e consistenza ha l'ananas pronto da mangiare? La consistenza della polpa alla pressione ed il colore delle striature della buccia sono i fattori da verificare. La polpa deve essere leggermente cedevole alla pressione di dita pollice e medio ma elastica mentre la buccia della parte basale deve essere prevalentemente gialla. Gli ananas con la buccia verde sono generalmente duri ed occorre rimangano diversi giorni nel portafrutta prima di maturare. Se vengono dimenticati in casa, si rischia anche la loro sovra maturazione e la cattiva sorpresa quando li si taglia.

Ma cerchiamo di capire i tempi della distribuzione ed il loro effetto sulla maturazione. Una volta arrivato al porto, l'ananas viene sdoganato, viene verificata l'origine, i certificati fitosanitari e portato ai magazzini di smistamento e da li ai punti di distribuzione. Il suo viaggio spesso dura diversi giorni. Durante questo tragitto viene normalmente garantita la linea del freddo che si interrompe invece quando il frutto viene posto sugli scaffali. A questo punto, quando lo troviamo nel supermercato vorremmo sapere come scegliere il frutto di ananas maturo. Come detto basta esercitare una leggera pressione con dito medio e pollice, a pinza, e verificare che la polpa sia leggermente cedevole. 

Come pulire l'ananas?

A casa il frutto dell'ananas va preparato per il consumo. L'ananas ha una buccia spessa e coriacea a cui si aggiunge il ciuffo delle foglie apicali. Entrambe vanno rimosse con una certa perizia. Vediamo come di può fare:

  1. togli il ciuffo con un coltello affilato. Il taglio deve essere netto e deciso.
  2. togli la parte inferiore
  3. togli la buccia: potrebbero rimanere dei cerchiolini nel frutto, sono i cosidetti "occhi dell'ananas". Puoi toglierli con la punta del coltello o con la punta di un pelapatate.
  4. procedi a tagliare l'ananas a fette o ad anelli, togliendo il torsolo centrale.

Coltivare ananas in casa

Se le foglie del ciuffo dell'ananas sono di un bel verde vivace puoi eliminare le due file di foglie più in basso che normalmente sono secche e mettere il ciuffo in un bicchiere d'acqua, senza farlo affondare del tutto. Dopo qualche giorno, inizieranno a svilupparsi le radici che si allungheranno nell'acqua. Quando la barba è consistente, potrai piantarlo in un vaso da 16-18 o 18-20 in un terriccio misto a terra del giardino o dell'orto. Mi raccomando, calca bene la terra attorno alle radici e mantieni inumidito nei giorni successivi.

Se sei appassionato di frutta tropicale, vedi anche l'articolo sul mango.

PORTA WEFROOD CON TE
PROMUOVI I TUOI PRODOTTI