La frutta di stagione c'è, la verdura anche. Ragazzi a tavola!

Cosa mangiano gli adolescenti e come cambiare le loro abitudini

Categoria: Salute

"Un grammo di esempio vale più di un quintale di parole" 

Recenti indagini evidenziano che i ragazzi italiani di oggi per la maggior parte non fanno la prima colazione, abbondano di snack durante la giornata, adorano la pasta e il pane, mangiano poco pesce, pochissime verdure e la frutta la consumano più volentieri d'estate mentre durante l'inverno solo qualche spremuta (se i genitori la preparano). 

Sono dati a mio avviso che fanno pensare e in qualità di adulto, formatore ed esperto giunge sempre più la necessità di trovare un modo, quanto prima, di intervenire. 

Prima di tutto lavorando sulla consapevolezza. Perché un'alimentazione di questo tipo è sbagliata e se protratta nel tempo è dimostrato che porterà in età precoce all'insorgenza di tantissime patologie croniche.

Ipertensione, diabete, ipercolesterolemia e obesità non vengono dal nulla

Cosa vuol dire per il nostro corpo eliminare o limitare il consumo di  frutta e verdura? In primo luogo vuol dire apportare in modo ridotto micronutrienti (vitamine e sali minerali) e fibre. Cosa servono? qualche esempio: vitamina A aiuta la vista e difende pelle e mucose, Vitamina B in generale protegge il sistema nervoso e aumenta le difese immunitarie, vitamina K è coinvolta nel processo di coagulazione del sangue ecc. 

Cosa fare allora per aiutare i nostri ragazzi a cambiare le proprie abitudini a tavola? 

Lo ridico "Un grammo di esempio vale più di un quintale di parole" 

E' un vecchio aforisma che raccoglie tutti i progetti, le conferenze e gli studi che si possano fare a riguardo. Tutto deve partire dalla tavola di casa, da noi genitori. Come puoi insegnare a tuo figlio ad avere sane abitudine se sei il primo ad averle sbagliate? Come puoi insegnare a un ragazzo a mangiare verdura se poi non la trova sulla tavola? 

Amarene, cavolfiore, radicchio, melone, patate, pomodori, melanzane. Ogni stagione porta tanti ortaggi e frutta.

Quindi da domani, con pazienza, costanza comincia silenziosamente a mettere sulla tavola ortaggi di stagioni e ad avere una fruttiera con frutta di stagione. Non ti aspettare un cambiamento immediato, non sarà così, abbi solo la tenacia di non mollare e vedrai che il cambiamento avverrà. 

Con la costanza e la perseveranza si arriverà tutti a grandi risultati

Leggi anche

Come non ingrassare tra Capodanno e Natale e

Crucifere il segreto dell'eterna giovinezza