La banana fa ingrassare?

Scopri la verità con Wefrood

Categoria: FAQ frutta-verdura

Conosciamo un po' meglio la banana 

La banana è uno dei frutti più diffusi e consumati dall’uomo, appartiene alla famiglia delle Musaceae ed è originaria del sud est asiatico. È un frutto commestibile e si sviluppa in grappoli. Colta dal casco, una singola banana può raggiungere un peso pari a 90-200 g, contando anche la buccia.
Le banane sono molto nutrienti e apportano grandi benefici all’organismo. Contengono, infatti, molte fibre, carboidrati, minerali e vitamine essenziali (soprattutto A, B1, B2, C e PP). 
Un frutto di medie dimensioni apporta all’incirca 105 calorie, la maggior parte delle quali provengono dai carboidrati. La banana, infatti, contiene molti zuccheri, ma pochi grassi e poche proteine.
La banana è certamente un alimento ricco di potassio, ma non il più ricco, contrariamente a quanto si è soliti pensare. Il potassio contenuto in un frutto è infatti inferiore a quello che si può trovare, per esempio, nella frutta secca, nelle albicocche disidratate o in una patata lessa.




L’indice glicemico dalla banana è piuttosto basso

L’indice glicemico misura quanto un alimento può far salire il livello di zucchero nel sangue. Un indice glicemico inferiore a 55 è considerato basso, uno tra il 56 ed il 69 è medio, mentre uno superiore al 70 è alto. Il consumo di cibi ad alto indice glicemico è associato ad aumento di peso, obesità, diabete di tipo 2 e alto rischio di infarto. 
La banana è ricca di carboidrati, ma il suo indice glicemico rimane piuttosto basso: varia tra il 42 ed il 62, anche in relazione al suo stato di maturazione (più una banana è matura più è alto il suo indice glicemico). Questo perché, accanto agli zuccheri semplici, che vengono assorbiti immediatamente dall’organismo, la banana (specialmente quando è ancora poco matura) è ricca di zuccheri complessi che mantengono stabile il livello glicemico nel sangue.

Le banane meno mature sono ricche di amido

Il tipo di carboidrato più presente nelle banane varia considerevolmente a seconda dello stato di maturazione: le banane acerbe hanno un alto livello di amido mentre le banane mature sono più ricche di zuccheri semplici. Gli amidi sono lunghe catene di glucosio che richiedono un tempo superiore per essere digerite dall’organismo. 
Gli amidi apportano molti benefici: contribuiscono a diminuire l’assorbimento di zuccheri dagli altri alimenti, mantengono il livello di glicemia stabile contribuendo al nostro senso di sazietà e possono addirittura farci bruciare più velocemente i grassi.

Mangiare banane può farti sentire sazio

Le banane sono un alimento ricco di fibre e mangiare cibi ricchi di fibre è fondamentale per tenere il proprio peso sotto controllo. Infatti, le fibre contribuiscono a ridurre lo stimolo della fame, evitandoti la tentazione di eccedere con il cibo. Studi scientifici dimostrano che aumentare la propria assunzione giornaliera di fibre di appena 14 g può portare a consumare fino al 10% di calorie in meno

Perdere peso con le banane

In definitiva, se è vero che un casco di banane è ricco di carboidrati, tendenzialmente da limitare in una dieta, gran parte di questi sono amido, utile per il controllo del peso. Le banane sono inoltre ricche di fibre, che possono contribuire a mantenerti sazio durante la giornata, e grazie al loro basso indice glicemico ti permettono di bruciare i grassi più facilmente e di tenere il metabolismo stabile.
È bene ricordare che non esistono cibi in grado, da soli, di farti perdere peso, ma solo diete equilibrate e buone abitudini. La banana, per quanto calorica, è pur sempre un frutto e rientra in un regime alimentare sano. Per dimagrire sono di certo meglio gli zuccheri di una banana che quelli di un dolce!
Quali sono, dunque, i trucchi per perdere peso con le banane? Innanzitutto, è necessario tenere conto del fatto che hanno un contenuto calorico leggermente superiore a quello di altri frutti (quindi non è bene mangiare troppe banane in una giornata!). Il momento migliore per mangiare una banana come snack è prima o dopo aver fatto esercizio fisico: le banane possono aumentare la tua resistenza e contribuire a farti recuperare le forze. Puoi inoltre usare le banane per ridurre il gonfiore causato da certe diete: il potassio contenuto in questo frutto, infatti, può ridurre considerevolmente la ritenzione idrica.
Se vuoi sfruttare le grandi qualità di questo frutto tropicale per perdere peso, privilegia le banane  meno mature (puoi sfruttare la app Wefrood per tenere sempre sotto controllo il grado di maturazione delle tue banane). Le banane meno mature, infatti, contengono amido e fibre in quantità maggiore. Se è vero che le banane verdi non hanno un gusto particolarmente appetibile, possono essere utilizzate in diverse ricette, dai frullati ai biscotti.

Le banane fanno bene alla salute

Le banane quindi sono un alleato prezioso per aiutarci a perdere peso, ma possono portare tanti altri benefici al nostro organismo.
Una banana contiene 422 mg di potassio, pari al 12% della quantità giornaliera consigliata. Il potassio è molto importante per regolare il livello di sodio nell’organismo e per ridurre i rischi di infarto. Il potassio mantiene sani i reni e previene il rischio di calcoli renali.
Le banane sono una buona fonte di magnesio: il magnesio è fondamentale per mantenere il nostro corpo energico, favorire il funzionamento del sistema nervoso, regolare la pressione sanguigna e il livello di zucchero nel sangue.
Le banane ci danno energia: degli studi effettuati su un campione di ciclisti hanno dimostrato che una banana consumata prima di un allenamento intenso può fornirci la stessa energia di una bevanda zuccherina. La banana inoltre alza il livello di dopamina, una sostanza chimica presente nel nostro corpo che contribuisce a farci sentire motivati e soddisfatti.
Infine, per via della loro buccia spessa, le banane contengono una quantità di pesticidi molto inferiore rispetto all’altra frutta e il consumo di frutta ricca di pesticidi è associato a un progressivo aumento di peso.

Snack salutari a base di banana

Ecco alcune idee originali per gustare al meglio le banane:
Con i fiocchi d’avena: fai a pezzettini una banana e aggiungila a i tuoi fiocchi d’avena già pronti. Oppure schiaccia una banana con la forchetta finché non diventa una crema e aggiungila ai fiocchi d’avena durante la cottura.
Con la cannella: la semplice aggiunta di cannella a una banana può darle un gusto unico.
Con lo yogurt: aggiungi pezzetti di banana al tuo yogurt greco. Se vuoi aumentare la quantità di fibre aggiungi anche cereali e mandorle.
A fettine congelate: molte persone amano la consistenza della banana congelata, deliziosa se consumata insieme a yogurt o arachidi.

Banana, un frutto per tutte le stagioni

La banana è un frutto per tutto l’anno, i tipici caschi crescono nei tropici e non sono soggetti ai cambi di stagione. Nelle piantagioni si trovano i diversi stadi di sviluppo della pianta e del frutto stesso. Per questo motivo la raccolta è possibile tutto l’anno. I nuovi germogli impiegano nove mesi fino a che l’ombrella spunta dallo pseudo stelo. Dopo la caduta delle brattee sotto ogni serie di petali iniziano a crescere le banane. In un casco crescono mediamente fino a 200 frutti con un peso complessivo di 35 e 40 Kg. Si procede poi avvolgendo il casco di banane in un sacco di tulle bianco, qualche tempo prima della raccolta, per evitare che gli insetti pungano i frutti e che provochino lo sviluppo di macchie nere sulla buccia. Tutto ciò confluisce nell’immaginario delle brillanti banane gialle che conosciamo.

PORTA WEFROOD CON TE
PROMUOVI I TUOI PRODOTTI