Fungo porcino secco. Ideale per un risotto last minute ma occhio all'intruso

Se nei funghi porcini secchi (e freschi) trovo delle larve, possono mangiarli?

Categoria: FAQ frutta-verdura

I funghi porcini con le larve si possono mangiare?

Dubbio amletico. Se devo fare un risotto ai funghi ed all'ultimo minuto apro una bustina o un vaso di funghi secchi e ci trovo dentro dei vermetti cosa devo fare? Posso mangiare i funghi con le larve? La risposta è sulla scheda Wefrood trovare tutto a riguardo o nell'app che mi dice come conservare frutta e verdura ma qui vi lascio un promemoria interessante quanto curioso. 

Innanzitutto va detto che i funghi porcini sono dei prodotti della natura. la loro produzione "industriale" è ancora lontana dal verificarsi. Infatti per produrre i funghi porcini devo considerare che ognuno di loro è simbionte di una specie ben definita di albero. C'è chi è simbionte (vuol dire che ci deve vivere insieme) del pino, della betulla, dell'abete, della quercia etc) quindi devo immaginare che sia fortemente sottoposta alle regole della natura.

In questo caso è proprio cosi: il porcino,  un fungo del genere Boletus a cui appartengono diverse specie, vive in simbiosi con un moscerino, o meglio, ogni specie di Porcino, vive in simbiosi con una specie ben definita di moscerino. I moscerini dei funghi appartengono all'ordine dei ditteri (mosche, zanzare, afidi ed appunto moscerini) ed al genere degli Sciaridi (moscerini dei funghi)

Questo insettino depone il suo uovo sul cappello del fungo fresco. Quando l'uovo si schiude, la larvetta entra e comincia a mangiare scavando lunghe gallerie che attraverso gambo e cappello indifferentemente. Chi va in cerca di funghi sa che è normalissimo aprire, diciamo spaccare, il fungo a metà per vedere se questi vermetti sono presenti.  Se ne terrà conto quando si dovranno seccare. Molto probabilmente, in natura l'insetto ritorna all'ambiente e favorisce proprio quei fenomeni di simbiosi che uniscono ogni specie di Porcino ad una specie di albero dominante in quello specifico bosco.

Idratare il porcino secco prima di lavarlo dalle larve

Comunque sia, quando ci accorgiamo che nel porcino, come negli altri funghi tipo il Pioppino, sono presenti le larve dei ditteri, si provvede a seccarli al sole ed all'aria poggiati su un setaccio. In questo modo le larve abbandonano da sole il fungo.

Capita però purtroppo che possa rimanere qualche larvetta o qualche uovo non schiuso e quindi la larva si sviluppi dentro il vaso. Nessun problema, se ci pensiamo è un segno del fatto che non può essere passato troppo tempo da quando è stato seccato. e rinchiuso nel suo involucro.

Il rimedio è molto semplice. I funghi secchi vanno reidratati per un paio d'ore in acqua leggermente tiepida e poi lavati sfregando (facendolo scorre) tra le due dita i pezzi di fungo. Se invece i funghi fossero freschi, è sufficiente lavare in acqua tiepida e poi provvedere ad asciugare.

Attenzione ai contaminanti nei funghi

Se vi accorgeste che la busta dei funghi secchi è forata e che al suo esterno si notano segni di segatura o polvere di alimenti, potrebbe trattarsi di un altro tipo di infestazione. Molto probabilmente uno dei tanti insetti delle derrate alimentari. In questo caso, meglio non fidarsi. Liberatevi del prodotto e per condire il risotto ricorrete ad un altro ortaggio (o frutto).

PORTA WEFROOD CON TE
PROMUOVI I TUOI PRODOTTI