Castagne: valori nutrizionali, proprietà, usi e ricette

Le Castagne sono il frutto dei mesi d’autunno. In questo post vi sveliamo le loro proprietà nutritive, i valori nutrizionali, l’uso in cucine e le ricette.

Categoria: Salute

Autunno: Castagne e Alimentazione

In autunno gli alberi mutano, il paesaggio si trasforma, gli uomini cambiano i vestiti e alcune piante danno i loro straordinari frutti. Fra questi vi sono le castagne. 

Frutto originario dell’Asia, poi diffuso in tutta l’Europa Meridionale. In Italia le zone principali di coltivazione si trovano sulle Prealpi e gli Appennini. 

Esistono tantissime varietà; si possono distinguere castagne vere e proprie, più piccole e schiacciate e i castagni marroni, più grossi e che presentano una pellicina interna facilmente separabile, che non penetra nella polpa. 

Si raccolgono tra ottobre e novembre quando il riccio che le contiene si apre. 


Come Cucinare le Castagne

Tanti sono gli usi in cucina della castagna: si gusta arrostita o lessata, si serve come contorno o si utilizza per preparare purè e dolci di ogni tipo. 

Glassata si trasforma in marron glaces, quella secca si conserva e si fa rinvenire nell’acqua o nel latte; ancora secca può essere ridotta in farina, base per la preparazione di pane, biscotti, polenta e frittelle. 


Benefici e controindicazioni delle castagne

Da un punto di vista nutrizionale la castagna è un alimento ad alto valore energetico, ricco di amido e fibre, vitamine e sali minerali ma attenti idrosolubili per cui è bene mangiarle arrosto o al forno, al cartoccio e non lessate, perché altrimenti nell’acqua di bollitura andrebbero persi potassio, fosforo, calcio e vitamine del gruppo B.

Le castagne si rivelano un ottimo spuntino di metà mattina o metà pomeriggio grazie al loro alto potere saziante e molto utili per la stitichezza grazie al grande quantitativo di fibra. 

Unica eccezione: non sono salutari per chi soffre di diabete o obesità, i quali dovranno prestare attenzione ai quantitativi perché ricche di zucchero. Sconsigliate infine per chi ha problemi epatici o di aerofagia. 

Non contengono glutine per cui, avendo una composizione nutrizionale molto simile ai cereali, sono un’ottima scelta per chi è celiaco o intollerante al glutine. 

Con l'arrivo dell'autunno si corre il rischio di prendere l'influenza. Scopri come trovare un rimedio.

Vuoi avere più informazioni sulle castagne? Leggi la nostra scheda dedicata.